• Il Consorzio 8

    Nasce dalla riunificazione di tre Consorzi già presenti ed operanti da decenni sul territorio della provincia iblea (Consorzio di Bonifica delle Paludi di Ispica, Consorzio di Bonifica e Miglioramento Fondiario di Scicli ed il Consorzio di Bonifica della Valle dell'Acate).
  • Competenze e Professionalità

    L'unificazione ha fatto sì che nel nuovo Consorzio 8 Ragusa siano confluite tutte le capacità, esperienze e professionalità maturate negli anni dagli operatori dei tre Consorzi di cui prima (Ispica, Scicli ed Acate).
  • Subcomprensorio di Acate

    Comprende le aree attrezzate del soppresso Consorzio di Bonifica dell ' Acate. E' esteso 5.142 ettari, di cui 2.104 Ha. in territorio di Acate, 871 in territorio di Chiaramonte Gulfi, 644 in territorio di Comiso, 1.043 in territorio di Vittoria, 182 Ha. in territorio di Licodia Eubea e 298 in quello di Mazzarrone.
  • Subcomprensorio di Ispica

    Comprende le aree attrezzate del soppresso Consorzio di Bonifica delle Paludi di Ispica. E' esteso per circa 5.200 Ha, di cui 3.860 in territorio di Ispica, 150 in territorio di Pozzallo, 166 in territorio di Ragusa, 578 in territorio di Modica, 175 in territorio di Scicli e 270 in territorio di Noto.
  • Subcomprensorio di Scicli

    Comprende le aree attrezzate del soppresso Consorzio di Bonifica delle Paludi di Scicli. E' esteso 5.776 ettari, di cui 3.115 in territorio di Scicli, 1.865 Ha. in territorio di Ragusa, 455 Ha. in territorio di Modica e 341 in territorio di Santa Croce Camerina oltre a 50 Ha. di terre di nuova adesione.
  • Diga di S. Rosalia

    Dal mese di luglio dell'anno 2000 il Consorzio di Bonifica n. 8 di Ragusa ha ricevuto l' affidamento in gestione dell' acquedotto rurale delle acque della diga di Santa Rosalia, realizzato dall' Ente Sviluppo Agricolo. La struttura è composta da un impianto di potabilizzazione, suddiviso in due moduli, ciascuno con la potenzialità di potabilizzare 55 lt/sec di acqua pervenuta dalla diga di Santa Rosalia.
  • Vantaggi dell'unificazione

    La struttura più ampia - adesso con un bacino di utenza di circa 15.000 consorziati - permette oggi di confrontarci e risolvere problematiche che prima sarebbero sate ardue se non impossibili da affrontare da parte dei singoli precedenti tre consorzi.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Avvisi e Bandi

  • 1
  • 2
  • 3